Data: 28 Ottobre 2020

Titolo: Considerazioni sulla vita

Autore: Marco

Rubrica: Opinioni

Siamo tutti in pericolo, è vero! Coronavirus?

Ogni giorno, in Italia, si verificano in media 590 incidenti stradali, che provocano la morte di 12 persone e il ferimento di altre 842. (Fonte: http://www.aci.it/fileadmin/immagini/Notizie/Eventi/5_-_pdf_sintesi_stampa_del_Rapporto.pdf)

Infarto e ictus uccidono, ogni anno, mediamente 240.000 persone in Italia (657 al giorno) e rappresentano la prima causa di morte e invalidità. Le malattie cardiovascolari, ricorda l’Istituto Superiore di Sanità (Iss), “sono responsabili del 44% di tutti i decessi” e “chi sopravvive a un attacco cardiaco, diventa un malato cronico”.

In media ogni giorno oltre 485 persone muoiono, in Italia, a causa di un tumore (dati del rapporto Aiom sul cancro). Questa patologia rappresenta la seconda causa di morte (29% di tutti i decessi) e, guarda caso, il tumore che ha fatto registrare, nel 2016, il maggior numero di decessi complessivamente, è stato quello al polmone.

Perché questi numeri non vengono comunicati giornalmente, con lo stesso accanimento utilizzato per il Coronavirus?

E poi…..

Chissà quanti morti di malattie cardiovascolari vengono classificati come morti di Coronavirus?
Chissà quanti infarti in più ci sono stati, e ci saranno, per la paura di contrarre il Coronavirus?
Chissà quanti incidenti stradali in più ci sono stati, e ci saranno, a causa dello stress che stiamo vivendo, tutti i giorni, con l’ansia di essere multati o puniti dai controlli?
Chissà quante malattie e infezioni ai polmoni ci saranno usando sempre la mascherina, che ci fa respirare la stessa anidride carbonica che espiriamo, oltre a muffe e batteri?

Fate sempre attenzione ai numeri, sono ingannevoli per la mente e ci caschiamo tutti.

Nei “gratta e vinci” ci sono premi da 500 mila o 1 milione di euro ed, ogni tanto, i giornali mettono in risalto alcune vincite per darti l’illusione di essere tu il prossimo a “vincere”, ma nessuno parla del milione di persone che non hanno vinto. Le sale slot idem: i veri vincitori, messi in risalto, si contano su una mano e le migliaia di persone silenziose che si mangiano tutto e si ammalano di un virus che colpisce la nostra mente, la ludopatia, non vengono nemmeno menzionate, giornalmente, dai media.
Quanta gente è infettata da questo virus?
Nel 2017, stando ai dati ufficiali dei Monopoli di Stato, rielaborati da Maurizio Fiasco, Presidente dell’Associazione per lo studio del gioco d’azzardo, gli italiani hanno speso complessivamente 101,85 miliardi di euro. Gli italiani colpiti sono tanti (Anziani, disoccupati, ma anche lavoratori e studenti) però non esistono tamponi per identificarli.

I Social Media, grazie ai biscottini (cookie), hanno creato un nuovo “virus” che colpisce la mente; tutti i social sono strutturati in modo tale che qualunque persona connessa abbia l’illusione di essere “famosa e potente”, al centro del mondo, con tanti amici e tanta gente che legge o ascolta i loro pensieri. In realtà è tutto un inganno, perché qualsiasi cosa viene scritta, anche se uno ha un milione di amici, la percentuale di visibilità reale è molto bassa, rispetto alle aspettative di chi scrive; pochissimi leggono cose interessanti! Ci si sofferma solo su meme e frasi, o video, divertenti duplicati, stra-duplicati e ripetuti nel tempo, sempre gli stessi, sotto forme diverse. Questa illusione crea impegni giornalieri, continui, nel perdere tempo inserendo, in rete, sempre più immondizia mediatica inutile. Tutto questo sciame di messaggi incrociati inutili è causa di poca presenza nella vita reale e continue distrazioni, poca comunicabilità reale e scarso interesse alla cultura vera ed, in alcuni casi, solitudine, isolamento e depressione.

Sì è vero, siamo in pericolo e dovremmo tutti migliorare il nostro stile di vita… davvero!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *