Data: 11 Agosto 2020

Titolo: Confrontata con la realtà la scienza sbaglia

Autore: Layla

Rubrica: Opinioni

Com’è possibile che una scienza considerata la più esatta come la matematica, con le sue formule e dimostrazioni rigorose si trasformi in una fucina di errori?

Semplice, quando non tiene conto della realtà nel suo insieme.

Eccone la dimostrazione, con una semplice storia, per comprendere meglio questa affermazione:

Su di un bel prato stanno saltellando allegramente 5 lepri; un cacciatore spara a 2, uccidendole: quante lepri rimangono vive nel prato?

Il calcolo matematico dice che: 5-2=3, cioè il cacciatore ha sparato a 2 lepri su 5 e perciò ne rimangono 3 su 5.

Se però andiamo a controllare sul campo, nella realtà, il calcolo risulta inesatto, perchè non troveremo 3 lepri sul prato, ma bensì neanche una, ovvero 0; infatti, al rumore degli spari gli animali rimasti correranno via tutti quanti per lo spavento e il prato rimarrà deserto. Perciò il calcolo sopra eseguito, a confronto con la realtà, si rivela errato e perciò 5-2 non farà più 3 ma 0.

Il breve racconto dimostrativo, pur nella sua semplicità e semplicistica visione, ci mostra che qualsiasi formulazione, per quanto possa risultare scientificamente corretta, conduce (spesso o a volte) a conclusioni false se non viene considerata la realtà nella sua completezza. E’ anche vero, però, che se andiamo ad analizzare l’ambiente circostante il prato, troveremo le 3 lepri rimaste nascoste da qualche parte, a confermare il calcolo matematico.

Questo ci dice che la realtà in cui viviamo è estremamente complessa e misteriosa e lo scienziato dovrebbe indagare la natura con profondo spirito d’umiltà, adeguando i risultati alla realtà che ci circonda e non, invece, snaturare la natura per farla sottostare a calcoli e teorie, soprattutto quando si cerca d’indagare sulla realtà dell’uomo, che è soggetto e oggetto dell’indagine scientifica. Ogni teoria e formulazione, in questo caso, per quanto perfetta, esatta e rigorosa possa essere, se riduce l’essere umano alla sua dimensione puramente materiale, negando la parte spirituale, è destinata all’errore, perchè non viene considerata la totalità della realtà umana: materia + spirito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *