Piste ciclabili a Carpi

pista-ciclabileÈ dagli anni ’90 che la città di Carpi pensa anche ai ciclisti. Infatti già nel 1991 viene presentato, e poi attuato, un piano di piste ciclabili in città, alcune di nuova realizzazione e altre esistenti riutilizzate, di cui è visibile la mappa sul sito del comune e con questa iniziativa Carpi si confermava comune pioniere nell’ambito della mobilità ciclabile.Poi, nel 2008, viene ampliata la rete ciclabile anche fuori dal centro cittadino, verso le frazioni e all’interno di esse. La mappa è visibile nel sito del comune e sul sito Piste Ciclabili.cicloturismo
Ma non è finita qui! Il Comune di Carpi è impegnato ad aumentare e migliorare questa rete, tanto che esistono già percorsi ciclabili che da Carpi portano al resto della provincia e oltre e, quest’anno (2013), è stato approvato un piano decennale per la ciclabilità da 43 milioni di euro. I percorsi esistenti di cicloturismo e mountain-bike sono consultabili sul sito del comune, così come tutti i documenti relativi al piano per la ciclabilità nel territorio comunale di Carpi.
Il Comune di Carpi ha inserito anche un link a SIT – Mappa del Cittadino con la Guida sull’utilizzo del City Trek Web e il Minimanuale di educazione e sicurezza stradale sull’uso della bicicletta.
ciclistiIn questo modo si cerca d’invogliare il cittadino all’uso della bicicletta, sia per un fattore di salute che ecologico. Dal punto di vista fisiologico il ciclismo impegna in maniera elevata il sistema circolatorio e respiratorio e numerosi distretti di muscoli. La pratica costante porta ad avere una miglior resistenza, con un pompaggio di sangue e uno scambio d’ossigeno maggiore, migliorando anche la capacità di utilizzo dei carboidrati. Migliora la pressione arteriosa, la glicemia, il colesterolo e aiuta a regolare il peso corporeo.bici-in-citta Certamente, l’utilizzo della bici al posto dell’auto per andare al lavoro o a scuola, per effettuare commissioni o per lo shopping aiuta ma non influisce, in maniera rilevante, sulla salute come invece può essere una pratica agonistica, anche se può essere un buon inizio!
Naturalmente, per farlo diventare un piacere e non una tortura, è necessario scegliere un tipo di bicicletta adatto a noi, con un telaio su misura, una corretta postura sulla sella e l’utilizzo di casco, occhiali e guanti per la sicurezza. Per questo è meglio affidarsi alla competenza ed esperienza di un negoziante di fiducia che possa consigliarci al meglio sull’acquisto della bici, sia da città che da corsa.
ciclisti-in-centroDal punto di vista ecologico, Carpi è già impegnata da tempo nel programma Anti-Smog con l’Accordo per la qualità dell’aria, promosso da Regione, Province e Comuni dell’Emilia Romagna con tante iniziative volte all’uso di mezzi alternativi all’auto ma, tutto questo non è sufficiente se il cittadino non comincia a pensare di poter utilizzare la bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico, pulito, comodo e salutare, in tutta tranquillità, con percorsi che vanno resi sicuri e agibili ovunque, altrimenti, anche con tutta la buona volontà, diventa impossibile pensare di utilizzare la bicicletta in città come mezzo alternativo, se ci si ritrova la pari delle auto, in strade dove la pista riservata alle bici è inesistente o dissestata!
A questo proposito, è vero e doveroso dire che, Reggio Emilia e Ferrara sono diventati comuni modello, in quanto a città ciclabili, a livello europeo e Carpi è rimasta un po’ indietro, per via della crisi, del terremoto e di alcuni rinvii nelle approvazioni dei progetti e nell’esecuzione dei lavori ma, sta cercando di rimettersi in pari, nonostante le polemiche sollevate da cittadini e associazioni, riguardo, per esempio, la ciclabile di via Remesina!
 

Lascia una risposta