Questo spazio parla del territorio modenese con la sua storia, le tradizioni, gli eventi, i prodotti tipici locali ed artigianali, la cultura e la vita sociale, i servizi e le informazioni utili, le aziende e le associazioni.

Aziende

Associazioni

Articoli

Info

Modena è il capoluogo dell'omonima provincia e le prime fonti storiche che parlato di questo luogo risalgono alla guerra tra Romani e Boi, popolazione celtica che abitava l'area. La città fu fondata nel 183 a.C. come colonia di diritto romano, col nome di Mutina. Successivamente fu' città ducale del Regno Longobardo al confine con i possedimenti dell'Impero Romano d'Oriente (l'Impero Bizantino). Nel 1167 aderisce alla Lega Lombarda contro Federico Barbarossa e dal 1598 al 1859 diventa capitale del Ducato di Modena e Reggio ed è antica sede universitaria ed arcivescovile. Nel 1757 il Duca Francesco III d'Este fonda l'Accademia Militare per la formazione degli ufficiali dell'esercito Estense e, con l'unità d'Italia, il Palazzo Ducale diventa poi sede della Scuola Militare del Regno di Sardegna, e dopo del Regno d'Italia, evolvendosi nei decenni fino a diventare, nel 1947, Accademia Militare dell'Esercito e dell'Arma dei Carabinieri. Negli anni del dopoguerra Modena conosce con il boom economico, legato soprattutto all'affermarsi di piccole industrie dai prodotti unici al mondo, come: Ferrari, Maserati, Panini, o come i poli ceramico di Sassuolo, l tessile di Carpi e il biomedicale di Mirandola, e alla valorizzazione dei prodotti tipici della regione. Il Duomo in stile romanico edificato dall'architetto Lanfranco, sepolcro di San Gemiiano e accanto il quale sorge la torre campanaria la Ghirlandina, alta 86 metri, la Torre Civica e la Piazza Grande della città sono inserite, dal 1997, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Ma la chiesa più antica della città è quella di Santa Maria della Pomposa, che fu' sede parrocchiale e dimora di Ludovico Antonio Muratori, che ne fu prevosto, e costituisce il complesso dell'Aedes Muratoriana (Casa del Muratori), sede della Deputazione di Storia patria e del Museo Muratoriano. Per godersi le tante architetture d'interesse storico e artistico, le chiese e le bellezze della città, basta farsi una passeggiata lungo la centrale via Emilia che attraversa la città, affiancata da palazzi, monumenti, piazze e piazzette, chiese, musei, parchi ed è interamente pedonale, e tutte le miriadi di stradine trasversali ricche di negozi, caffetterie, ristorantini, osterie, trattorie, birrerie. Tra i prodotti tipici troviamo: Aceto Balsamico, Parmigiano-Reggiano, zampone e cotechino, gnocco fritto, crescentina, tortellini, Lambrusco Grasparossa, Sorbara e Salamino.

Area: 183,19 km²
Abitanti: 186 741[ (2019)
Densità: 1.019,38 ab./km²
Provincia: Provincia di Modena
Quartieri: Centro Storico, Crocetta, Buon Pastore, Sant'Agnese, Madonnina, San Faustino, San Lazzaro-Modena Est.
Nome abitanti: modenesi, geminiani
Patrono: San Geminiano di Modena (31 Gennaio)