Data: 28 Luglio 2020
Titolo: Circle vs. Joy
Autore: Marco

Rubrica: Clone d’Autore

A volte i ricordi sono dolci come… un gelato!… immagini che si sovrappongono, voci e suoni che si assomigliano… soprattutto suoni, ecco, melodie!

Ho sempre adorato questa canzone, benchè all’epoca in cui uscì, nel lontano 1988, ero troppo piccolo per capirne il senso, essendo cantata in inglese, ma mi piaceva la voce della cantante, la sua dolcezza, il modo in cui cantava, in cui si toccava le mani e i lunghi capelli, nel video musicale. Crescendo e studiando lingue, ho poi scoperto che questa dolce canzone, in realtà, è piuttosto triste: parla di solitudine, di dolore, di uno sbaglio e di qualcuno che non ha intenzione di capire e rimediare, non intende saltare fuori dai suoi problemi. Non che sia un capolavoro della musica folk rock ma, mi era entrata dentro. Forse merito della bella cantate? Ma torniamo alla canzone, il titolo è “Circle” e la cantante è Edie Brickell con la band New Bohemians.

Edie Brickell & New Bohemians – Circle:

Due anni dopo esce lo spot della “Coppa del Nonno” di casa Motta e… cosa sento? Questa è una melodia conosciuta… ma sì, certo! Però, sembra la brutta copia della canzone che ricordavo! Va bhè, siamo alle solite, riprendono una canzone di successo e la storpiano per inserirla in uno spot, così sa di vagamente famigliare e conosciuto e vendono di più!

Comunque, lì per lì, all’epoca, non avevo capito che non era la stessa che avevo potuto apprezzare due anni prima, anche perchè persino la voce e lo stile assomigliano. Certo, devo ammettere, che musica e immagini di questo spot sono magistralmente unite e la fotografie è davvero stupenda, insomma uno spot molto ben confezionato e studiato.

Spot COPPA del nonno anni 90:

Solo di recente, grazie alle molteplici possibilità che offre un mezzo come la rete, ho saputo che, chi cantava nello spot non era Edie ma, Gisella Cozzo! Ah, sì certo…! Gisella chi?

Ho fatto una piccola ricerca e ho scoperto che è un’artista nota soprattutto per aver realizzato diversi jingle pubblicitari, piuttosto famosi, come quello della Ciobar e Chante Clair, oltre appunto a quello “incriminato”. Ha vinto molti concorsi, ha avuto diverse collaborazioni con altri cantanti ed è stata di supporto vocale in diversi concerti di cantanti famosi e, nel mentre, ha pubblicato dischi suoi. Di origine australiana ma, di famiglia italiana (il nome non mente) canta sia in italiano che in inglese e nel 2010 è uscito l’album, tra le cui tracce troviamo anche Joy (I feel good, I feel fine), il clone dei miei ricordi d’infanzia.

Gisella Cozzo – JOY (I Feel Good I Feel Fine):

Certo, se ascolti il brano per intero, e non solo il ritornello, è diversa ma…. la ricorda un po’ troppo!!!!