AIMAG installa una casetta dell’acqua

distributore-acqua-1Un’altra bella iniziativa del comune di Carpi, che contribuisce al miglioramento della qualità dell’ambiente, sono le “Case dell’Acqua“, fontane d’acqua coperte in cui viene erogata acqua dell’acquedotto pubblico!

È stata inaugurata la prima proprio pochi giorni fa’, in via Alghisi, presso l’ex Foro Boario oggi parco Papa Giovanni Paolo II, il parco che ospita il Mercato Contadino a Carpi. La casetta AIMAG ha già i suoi primi “clienti” curiosi che vengono a provare la novità attingendo acqua gassata fresca, acqua naturale a temperatura ambiente e acqua naturale fresca.distributore-acqua-2

 

È il primo distributore di acqua di questo tipo ad essere installato in tutta la provincia. La “casetta” potrà erogare circa 2500 litri di acqua al giorno e, si spera, far risparmiare alle famiglie sia in costi di bottiglie di acqua, sia il consumo di plastica, in quanto ogni litro erogato dalla casetta dell’acqua costa solo 2 centesimi di euro, a differenza dei circa 30 centesimi di euro a bottiglia nei supermercati, e ci saranno meno rifiuti in plastica perchè ognuno si porterà da casa la bottiglia, in vetro o plastica che voglia, da riempire e potrà riutilizzarla più e più volte, in modo da avere, si spera, un significativo beneficio ambientale.

 

distributore-acqua-3Le istruzioni e tutte le informazioni, sulle caratteristiche organolettiche dell’acqua e l’uso degli erogatori d’acqua della casetta, sono applicate sul fronte della struttura AIMAG. L’acqua erogata è potabile, ricca di sali e controllata scrupolosamente e periodicamente e contribuisce al diffondersi della filosofia “a chilometri zero” dei prodotti, in modo da abbattere molti costi. Infatti, il luogo dove installare la prima casetta è stato scelto ad hoc, perchè il mercato contadino lì ospitato è frequentato dai contadini del territorio circostante che vendono i loro prodotti.

 

Altri due distributori simili si possono trovare anche presso il Municipio carpigiano e presso gli uffici comunali di via Peruzzi al civico 2. Le casette dell’acqua diverranno anche un punto d’incontro per i cittadini e saranno un riferimento educativo per i bambini. Insomma, un invito all’utilizzo consapevole dell’acqua e della gestione dei rifiuti come la plastica, per insegnare al cittadino che ogni azione quotidiana consapevole aiuta la qualità dell’ambiente nel quale si vive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *